IUS ET SALUS - Periodico online di diritto sanitario e farmaceutico

Enti e aziende del SSN

Con la deliberazione N. 10/SEZAUT/2024/FRG, la Corte dei Conti, Sezioni delle Autonomie, ha diffuso la relazione al Parlamento, avente a oggetto “Gli organismi partecipati dagli enti territoriali e sanitari”, anno 2024, che completa – osservando le partecipazioni pubbliche – il quadro offerto dai referti annuali sugli andamenti complessivi della finanza regionale e locale, evidenziandone le ricadute economiche sui bilanci degli enti soci.



Pubblicato il DECRETO-LEGGE 7 giugno 2024, n. 73, recante “Misure urgenti per la riduzione dei tempi delle liste di attesa delle prestazioni sanitarie”, in G.U. n. 132 del 07/06/2024, vigente dal 08/06/2024, il quale conferma il Comunicato n. 84 del 04/06/2024 diffuso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in pari data.



Il Consiglio dei ministri dopo la riunione del giorno 4 giugno 2024, a Palazzo Chigi, ha comunicato, con il Comunicato in evidenza n. 84 del 04/06/2024, l’approvazione di una serie di provvedimenti posti all’Ordine del Giorno, tra i quali l’adozione di un decreto-legge, recante “Misure urgenti per la riduzione dei tempi delle liste di attesa delle prestazioni sanitarie”, e la predisposizione di un disegno di legge, avente a oggetto “Misure di garanzia sulle prestazioni sanitarie”



L’art. 65 del c.c.n.l. 5 dicembre 1996, area dirigenza medica e veterinaria, nel prevedere la corresponsione di una retribuzione di risultato compensativa anche dell'eventuale superamento dell'orario lavorativo per il raggiungimento dell'obiettivo assegnato, esclude il diritto del dirigente, incaricato della direzione di struttura, ad essere compensato per lavoro straordinario. La sistematica richiesta o accettazione di prestazioni eccedenti i limiti massimi stabiliti dalla legge o dalla contrattazione collettiva rispetto alla misura … del lavoro o la violazione delle regole sui riposi, rendono il datore di lavoro responsabile.



Il conseguimento dell’accreditamento istituzionale non comporta necessariamente l’assegnazione di un budget.



Il giorno 22 aprile 2024 la Corte dei Conti è stata audita davanti alle Commissioni bilancio congiunte della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, in merito all'esame del Documento di economia e finanza 2024. Di seguito si riportano le valutazioni espresse in materia di spesa sanitaria.



Il giorno 24 aprile 2024, la XII Commissione, Affari Sociali, della Camera dei Deputati ha esaminato la proposta di legge, recante “Disposizioni per il sostegno finanziario del Servizio sanitario nazionale in attuazione dei princìpi di universalità, eguaglianza ed equità (esame C. 1741 Schlein - rell. Furfaro e Loizzo)”, per la quale non erano previste votazioni, presentata alla Camera dei Deputati in data 26 febbraio 2024 e assegnatale in sede Referente il 12 marzo 2024. Composta da 4 articoli mira a introdurre disposizioni per il sostegno finanziario del Servizio sanitario nazionale in attuazione dei principi di universalità, eguaglianza ed equità.



Il disegno di legge S. n. 915 - 19ª Legislatura, presentato al Senato della Repubblica in data 19 ottobre 2023 [(Sen. Carmela Bucalo (FdI) e altri], recante “Modifiche alla legge 2 agosto 1999, n. 264, in materia di accesso ai corsi di laurea magistrale in medicina e chirurgia, in corso di esame in commissione il giorno 24 aprile 2024, è stato approvato dalla “Commissione Cultura e patrimonio culturale, istruzione pubblica” nel testo proposto.



La questione di diritto riguarda la persistente configurabilità del fatto come abuso d'ufficio, sotto il profilo della condotta e, in particolare, della violazione di legge, a seguito della recente modifica della normativa sugli appalti c.d. sotto-soglia. […] A seguito della citata novella in punto di disciplina dei contratti pubblici e per la parte riconducibile a tale modifica, il fatto commesso dal ricorrente ha cessato di costituire reato, ex art. 2, comma 2, cod. pen.



È controversa l’adeguatezza del numero di ore di terapia ABA inserite nel piano terapeutico e assegnate al minore dalla resistente amministrazione. Di conseguenza, è esclusa la diretta individuazione del detto monte ore da parte del giudice amministrativo, il quale può sindacare le scelte discrezionali dell’Amministrazione, ove viziate per i profili ordinari di violazione di legge e/o eccesso di potere.



Sotto il profilo dei costi della manodopera, il giudice verifica che l’amministrazione non abbia fatto un uso palesemente erroneo, illogico o irrazionale della discrezionalità tecnica, potendosi dubitare della congruità dell'offerta, … qualora la discordanza sia considerevole e palesemente ingiustificata, alla luce di una valutazione globale e sintetica. L’obbligo di riassorbimento dei lavoratori deve essere compatibile con l’organizzazione di impresa dell’imprenditore subentrante.



Con i provvedimenti, registro provvedimenti numeri 194 (nei confronti di LAZIOcrea S.p.A.); 195 (nei confronti dell’ASL RM3) e 196 (nei confronti della Regione Lazio), tutti e tre del 21 marzo 2024, pubblicati sul sito istituzionale dell’Autorità Privacy in data 10 aprile 2024, il Garante per la Protezione dei dati personali ha riscontato – a carico di ciascuno dei soggetti coinvolti dall’attacco informatico al sistema sanitario regionale, accaduto nella notte tra il 31 luglio e il 1° agosto del 2021 (Regione Lazio, LAZIOcrea S.p.A. e Asl Roma) – diverse violazioni della normativa di settore e, di conseguenza, ha irrogato a ognuno di essi sanzioni amministrative pecuniarie di diverso importo, in corrispondenza dei differenti ruoli, responsabilità e violazioni.



La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, in data 04/04/2024, ha espresso la propria «Posizione sullo schema di conversione in legge del decreto-legge 2 marzo 2024, n. 19 recante “Ulteriori disposizioni urgenti per l’attuazione del piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR)”», Parere ex art. 9, comma 3, D.L. 28 agosto 1997, n. 281 [Punto 3) Odg Conferenza Unificata].



Risulta un procedimento carente sul piano istruttorio, quando completamente amputato di ogni forma di confronto sui profili critici rilevati, in spregio ai canoni di collaborazione e buona fede che devono informare i rapporti tra Amministrazione e privati.



In caso caso di riconoscimento di titolo conseguito presso un Paese non appartenente all’Unione europea…, le disposizioni di cui agli articoli 41 e ss del d.lgs. n. 206 del 2007 trovano applicazione solo “compatibilmente con la natura, la composizione e la durata della formazione professionale conseguita” (co. 3 dell’art. 49 D.P.R. 31 agosto 1999 n. 394).



La responsabilità della struttura sanitaria per i danni da perdita del rapporto parentale, invocati iure proprio dai congiunti di un paziente deceduto, è qualificabile come extracontrattuale.



Con il decreto n. 232 del 15 dicembre 2023, pubblicato in G.U.R.I. n. 51 del 01/03/2024, il Ministero delle Imprese e del Made In Italy regolamenta la determinazione dei requisiti minimi delle polizze assicurative per le strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private e per gli esercenti le professioni sanitarie, i requisiti minimi di garanzia e le condizioni generali di operatività delle altre analoghe misure, anche di assunzione diretta del rischio e le regole per il trasferimento del rischio nel caso di subentro contrattuale di un'impresa di assicurazione, nonché la previsione nel bilancio delle strutture di un fondo rischi e di un fondo costituito dalla messa a riserva per competenza dei risarcimenti relativi ai sinistri denunciati.



Disporre o meno l’accreditamento istituzionale, ovvero gestire direttamente i pazienti è una scelta che non può essere oggetto di reclamo giudiziario, da parte di una struttura cui è stato negato l’accreditamento istituzionale con la motivazione che l’ente intende gestire direttamente le terapie ai pazienti in dialisi.



La disposizione regionale sulla determinazione del massimale di assistiti per ciascun medico di assistenza primaria in aree disagiate ha una ratio organizzativa, in funzione di tutela della salute, che persegue cercando di assicurare la medicina di prossimità anche agli abitanti delle zone carenti.



Il Decreto-Legge 30 dicembre 2023, n. 215, recante “disposizioni urgenti in materia di termini normativi”, c.d. “Milleproroghe”, è legge vigente dal 29 febbraio 2024, dopo il passaggio anche al Senato della Repubblica. Difatti, la Legge 23 febbraio 2024, n. 18, in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale n. 49 del 28 febbraio 2024, di conversione del summenzionato decreto-legge con modificazioni, investe alcuni importanti, aspetti anche del comparto sanitario pubblico.



logo laterale

DIRETTORE RESPONSABILE
Avv. Vincenza Di Martino

DIRETTORE EDITORIALE
Avv. Antonio Cordasco

DIRETTORE SCIENTIFICO
Prof. Guerino Fares

REDAZIONE
Via Pompeo Magno, 7 - 00192 Roma
Telefono +39 06 8072791
Fax +39 06 8075342
Email redazione@iusetsalus.it

REGISTRO DELLA STAMPA
Iscritta al Tribunale di Roma
in data 28/03/2019 al n. 40/2019

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

I contributi scientifici sono pubblicati per gentile concessione della Rivista quadrimestrale di diritto sanitario e farmaceutico Ius & Salus:

logo rivista

rivistaiusetsalus.it

Il periodico collabora con Federsanità ed offre un continuo e costante aggiornamento sia normativo che giurisprudenziale sui temi di interesse degli Enti associati:

logo federsanita

federsanita.it

ilmiositojoomla.it

Chiediamo il consenso al trattamento dei dati personali esteso alla profilazione ed all’eventuale trattamento tramite società terze nonché all’uso dei cookie. Cliccando sul bottone "Acconsento", acconsenti al trattamento dei dati necessari al funzionamento del sito e alla memorizzazione del consenso all'installazione di tutti i coookies, compresi quelli di terzi, per un perido di 48 ore, durante le quali non apparirà più questa informativa breve, ma sarà sempre possibile modificare le proprie preferenze accedendo alla informativa estesa contenuta nel sito. Per le finalità di utilizzo, la Privacy Policy e per rivedere la tua scelta in qualsiasi momento, clicca sul pulsante “Privacy e Cookie policy” o sul link presente in fondo ad ogni pagina del sito.